7th EDITION – 7a EDIZIONE

7o Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”
23 – 31 maggio 2015
Direzione Artistica: Anna Izzo
Organizzazione: Mille e una Nota
Teatro Comunale – Airola (BN)

Il Regolamento per la partecipazione alla settima edizione del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola” è disponibile al link https://cittadiairola.files.wordpress.com/2015/02/7o-concorso-internazionale-di-esecuzione-musicale-cittc3a0-di-airola1.pdf

Il Regolamento per la partecipazione al Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato” è disponibile al link  https://cittadiairola.files.wordpress.com/2015/02/premio-di-interpretazione-pianistica-francesco-moscato3.pdf.

(ENGLISH VERSION)

The Regulation and Registration Form for the 7th Edition of the International Music Contest “Città di Airola” is available for download here: https://cittadiairola.files.wordpress.com/2015/02/7th-international-contest-of-music-performance2.pdf.

The Regulation of the Prize for the Pianistic Interpretation “Francesco Moscato” is available here: https://cittadiairola.files.wordpress.com/2015/02/prize-for-pianistic-interpretation-francesco-moscato1.pdf.

INFO:
Direzione Artistica – Artistic Director
M° Anna Izzo
+ 39 338 65 213 49, annaizzo.concorsocittadiairola@gmail.com

Organizzazione – Organization
Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota” – Cultural Musical Association “Mille e una nota”
Via Michele Landolfi snc – 82011 Airola (BN) – Italia
Tel. e Fax + 39 0823 71 47 47

Ufficio Stampa – Press Office
Dott. Mario Tirino
Contact: + 39 328 74 94 774, mario.tirino@gmail.com

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in bando, concorso, musica

PHOTOGALLERY SERATA FINALE (Domenica 1 giugno 2014) – Foto di Ferdinando Mango

Questo slideshow richiede JavaScript.

Commenti disabilitati su PHOTOGALLERY SERATA FINALE (Domenica 1 giugno 2014) – Foto di Ferdinando Mango

Archiviato in Senza categoria

COM. STAMPA 20 / 03.06.2014 / “Città di Airola’’, ecco chi sono gli artisti stranieri

Non capita spesso, in questo spicchio di Italia meridionale, incastonato tra i monti e le colline del Sannio beneventano, confondersi in una pluralità di accenti e tradizioni, lingue e culture. E’ capitato tuttavia nei sette giorni, dal 25 maggio al 1 giugno, in cui si è tenuto, presso il Teatro Comunale di Airola (BN), il sesto Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, fondato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota”, in collaborazione con Pro Loco di Airola, Inner Wheel Valle Caudina, Fondazione Angelo Affinita e con il patrocinio del Comune di Airola. Sono arrivati, per l’occasione, in un piccolo borgo come Airola, oltre 5mila spettatori e circa 700 giovani e giovanissimi musicisti da tutta Italia, oltre a 40 pianisti dall’estero: per la precisione da Giappone, Bulgaria, Corea del Sud, Spagna, Russia, Turchia, Stati Uniti, Norvegia, Azerbaijan, Ucraina e Cina. Oggi raccontiamo le storie di alcuni di loro. Ha condiviso con il connazionale Maxim Kulagin il primo posto del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, con relativa borsa di studio, Galina Zhukova da San Pietroburgo. Classe 1983, Galina si è diplomata nel 2005 presso il locale Conservatorio con Oleg Malov e Stanislav Igolinsky, perfezionandosi con Andrey Ivanovich. A 10 anni, Galina conquista diploma e premio speciale al 2° Festival Internazionale di Musica “Virtuoso of the Year”. Nello stesso anno vince la competizione pianistica della Fondazione Internazionale Haydn di San Pietroburgo. Nel ’99 e nel 2005 viene premiata all’International “Maria Yiudina” Competitions. Nel ‘94 inizia un tour di concerti negli Stati Uniti, tenendo una serie di esibizioni a Princeton, replicate nel ‘98 con il Concerto n° 23 di Mozart. Inizia in questi anni la lunga serie di collaborazioni con orchestre sinfoniche (Mariinsky Theatre, Princeton Chamber Symphony, Carpe Diem Chamber, Orchestra Sinfonica Accademica Statale di San Pietroburgo) e di recital da solista tenuti nell’ambito di festival musicali internazionali in Russia, Polonia, Austria, Ungheria, Francia. Nel 2010 debutta con un recital pianistico alla prestigiosa Malyi Philarmonic Hall di San Pietroburgo. Sin dal 2007 ha iniziato a insegnare pianoforte al Ruza International Piano Festival: quest’attività la porterà sino a diventare assistente del professor Valery Gergiev all’Università Statale di San Pietroburgo, presso la quale matura anche un dottorato di ricerca. Nel 2012 entra nella masterclass del M° Aquiles Delle Vigne all’International Music Academy di Coimbra (Portogallo).Altrettanto prestigiosa è la biografia artistica della pur giovanissima Lili Bogdanova, insignita del primo premio e della borsa di studio della categoria F, sezione Solisti. Appena ventenne (classe 1994), Lili si è diplomata nel 2003 in Pianoforte alla Scuola Nazionale di Musica di Sofia, Bulgaria, con il M° Emilia Kaneva ed attualmente studia con il M° Borislava Taneva all’Accademia Musicale Nazionale “P. Vladigerov” di Sofia. Ha vinto numerosi premi in giro per il mondo ed è stata solista in diverse orchestre come la New Symphony, la Classic Fm e la Symphonietta Vidin in Bulgaria, la Columbia County Chamber Orchestra and CCYOM in Georgia e la Symphonietta “Athens” in Grecia. Ha tenuto concerti in Bulgaria, Svizzera, Grecia, Stati Uniti, Inghilterra, Lussemburgo e si è esibita, con un trio pianistico, a New York e Washington. Nell’ottobre 2013 ha eseguito un programma dedicato a Beethoven con la Mozart Virtuoso Orchestra nel prestigioso Metropolitan Theatre di Tokyo. La Bogdanova, infine, ha preso parte a diverse masterclass con alcuni tra i più importanti artisti del pianismo mondiale. Non è da meno l’altro pianista insignito della borsa di studio della categoria F, sezione Solisti: lo spagnolo Ruben Talòn. Dopo un periodo di iniziale formazione nel Conservatorio della città natale, Valencia, diventa il primo pianista spagnolo a studiare nella prestigiosa Accademia Pianistica “Incontri” di Parigi, con il M° Leonid Margarius. Ha studiato con maestri di rilievo assoluto come Alicia de Larrocha, Jacques Rouvier, Sergio Perticaroli, Daniel Pollack, e Rudolf Buchbinder. Il suo repertorio spazia dal campo concertistico a quello cameristico, strumentale e vocale. Ha calcato i palcoscenici di Spagna, Italia, Germania e Regno Unito, riportando riconoscimenti e premi a vari Festival come “Pianale”, “Pirineos Clásica”, “Humanitaria”, “Músicos del mundo”. Sono solo tre storie selezionate tra quelle di un manipolo di raffinati musicisti, che ha arricchito di suoni ed emozioni un piccolo centro del Sud Italia ed include pure, per esempio, il piccolo norvegese Nikita Khnykin, la flautista moscovita Kseniia Kompan-Boguslavskaia, le eccellenti pianiste russe Anastasia Privdorova (borsa di studio speciale “Cosimo Minicozzi”) e Yulia Kazantseva (secondo posto al premio Moscato) o il pianista turco Tugrul Adiloglu (terzo al “Moscato). D’altronde bastava leggere le note della biografia artistica di Yuri Bogdanov per rendersi conto della professionalità e competenza delle giurie del Concorso Internazionale caudino. Nato nel 1972, Yuri Bogdanov inizia a suonare a quattro anni, accedendo molto presto al Conservatorio di Stato di Mosca. Nel ’95 completa gli studi al Conservatorio e alla Scuola Musicale Centrale moscovita. Il pianista russo inizia a fare incetta di premi nei più rilevanti festival pianistici internazionali: nel suo palmares figurano l’International Johann Sebastian Bach Competition, l’International Schubert Competition di Dortmund, il Felix Mendelssohn Competition di Amburgo, la Schubert Competition di Vienna, l’Esther Honens Competition a Calgary e l’International Seiler Piano Competition a Kitzingen, lo Spring Festival a e l’International Pianist Competition a Sidney. Ha suonato in concerti solisti in oltre sessanta città sovietiche e in Austria, Australia, Germania, Spagna, Canada, Olanda, Norvegia, Corea del Nord, USA, Francia, Svizzera e Giappone. Dal ‘97, Yuri Bogdanov è solista della Filarmonica Accademica Statale di Mosca. Altre orchestre con cui si è esibito sono la Cinematography, la Filarmonica di Mosca, la Deutsche Kammerakademie, la Calgary Philharmonic, l’Orchestra Sinfonica Statale diretta dal famosissimo V. Ponkin. Ha lavorato con i più celebri direttori d’orchestra del mondo: nomi del calibro di P. Sorokin, V. Dudarova, E. Serov, I. Goritsky, M. Bernardi, A. Gulyanitsky. Il M° Bogdanov ha inciso otto album, uno dei quali dedicato al repertorio di Schubert. Il musicista russo insegna alla Accademia Musicale Russa “Gnesyns”, all’Istituto Musicale Statale “M. M. Ippolitov – Ivanov” e al Conservatorio di Stato “Magnitogorks”. Ha tenuto masterclass, in Russia, Spagna, Norvegia, Germania e Grecia. Il suo infinito repertorio include brani di pianoforte solista, formazioni da camera e concerti per pianoforte e orchestra da Bach, Scarlatti, Handel, Tartini, Haydn, Mozart, Beethoven, Schubert, Mendelssohn, Chopin, Schumann, Liszt, Brahms, Paganini, Debussy, Ravel, Chaikovsky, Rachmaninoff, Prokofiev, Shostakovitch. E’ stato più volte premiato dal Ministero della Cultura della Federazione Russa per la sua attività concertistica, didattica e di beneficenza, essendo tra i fondatori e vice presidente del Y. Rosum International Charity Fund. Nel marzo del 2006, gli è stata assegnata la massima onoreficenza artistica russa, ovvero il titolo di “Onorato Artista della Patria”. In virtù di tale biografia artistica, Bogdanov è considerato tra i massimi pianisti e docenti di pianoforte in tutto il mondo, che grazie ad Anna Izzo Airola ha potuto ospitare come commissario del suo Concorso Internazionale.

Commenti disabilitati su COM. STAMPA 20 / 03.06.2014 / “Città di Airola’’, ecco chi sono gli artisti stranieri

Archiviato in Senza categoria

COM. STAMPA 19 / 02.06.2014 / Concorso Internazionale “Città di Airola’’, a due pianisti russi il Premio Moscato

ono stati i pianisti russi Maxim Kulagin e Galina Zhukova ad aggiudicarsi, ex aequo, la sesta edizione del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato” nell’ambito del sesto Concorso Internazionale di Esecuzione Pianistica “Città di Airola”, fondato e diretto da Anna Izzo ed organizzato dall’Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota”, in collaborazione con Pro Loco di Airola, Inner Wheel Valle Caudina, Fondazione Angelo Affinita e con il patrocinio del Comune di Airola (BN). La premiazione è avvenuta ieri sera nel Teatro Comunale della cittadina caudina, gremito ed emozionato dalla qualità dei giovani musicisti che si sono esibiti: va in archivia un’edizione ricca di record, dal numero dei partecipanti (700), alla provenienza (artisti da Giappone, Bulgaria, Corea del Sud, Spagna, Russia, Turchia, Stati Uniti, Norvegia, Azerbaijan, Ucraina e Cina), fino al montepremi (oltre 8mila euro) e all’afflusso di spettatori (5mila in 7 giorni di competizione).

Il moscovita Kulagin ha eseguito La Valse di M. Ravel, guadagnandosi la standing ovation dei numerosi presenti. Altrettanti applausi ed ovazioni sono stati riservati all’esecuzione dell’Isle Joyeuse di C. Debussy da parte di Galina Zhukova, anche lei moscovita. Un altro ex aequo per il secondo posto è stato sancito dalla Commissione del Premio, presieduta dal pianista e concertista Daniele Petralia, docente dell’Istituto Bellini di Catania, e composta da Yuri Bogdanov, tra i massimi interpreti mondiali di Bach e docente dell’Accademia “Gnessin” di Mosca, oltre che da Tina Babuscio, titolare della cattedra di Pianoforte al Conservatorio “N. Sala”: sul secondo gradino del podio siedono la russa Yulia Kazantseva, che nella serata finale ha suonato Chaconne di S. Guibadulina, e l’italiano Tiziano Rossetti, da Lecce, applaudito interprete di Etude – Tableaux Op. 39 n° 6 di S. V. Rachmaninoff. Al pianista turco Tugrul Adiloglu, da Ankara, di cui il pubblico ha potuto ammirare l’esecuzione Polonaise – Heroique, Op. 53, di F. Chopin, va il terzo premio del “Moscato”.

Nel corso della serata, oltre ai vincitori del “Moscato”, sono stati proclamati anche i vincitori assoluti dei diversi premi speciali del “Città di Airola”. Al chitarrista e cantante Giuseppe Fuccio, ieri in scena con la cover di Madness dei Muse, e alla cantante Maria Antonia Castaldo, interprete del brano Adagio di Lara Fabian, è stato attribuito il premio speciale della sezione Musica Jazz e Leggera consistente nella registrazione di un inedito con la supervisione del M° Tano Campagnoli e la partecipazione di uno dei massimi chitarristi italiani, Pietro Condorelli.

La russa Anastasia Privdorova è una delle vincitrici ex aequo della borsa di studio offerta dal M° Cosimo Minicozzi ai migliori interpreti di composizioni tratte dalla sua raccolta “Marionette”, di cui ha eseguito ieri Pantomima, Pagliaccio e Valzer sincopato. Le altre due assegnatarie del premio sono Benedetta Geppina Simeone e Libera Nuzzo, che ha conquistato anche la borsa di studio “Angelo Affinita” per allievi meritevoli ma sprovvisti dei mezzi economici per la prosecuzione degli studi. La Fondazione Affinita ha premiato con lo stesso riconoscimento il clarinettista Giuseppe Santucci, che ha eseguito nella serata finale la Premiere Rhapsodie di C. Debussy, e il duo di arpiste Chiara Sgambato – Giuseppina Papaccio. A due pianisti, giovani ma già consacrati da numerose attestazioni internazionali, è andata la borsa di studio della categoria F, sezione Solisti, il cui livello, per ammissione degli stessi giurati, è stato incredibilmente elevato: si tratta dello spagnolo Ruben Talòn, da Valencia, che ha incantato ieri con l’esecuzione della Fantasia Betica di M. de Falla, e della bulgara Lili Bogdanova, che ha suonato perfettamente la Sonata Op. 1 di J. Berg. A fronte dei numerosi ex aequo, il direttore artistico Anna Izzo ha deciso di elevare il montepremi finale, integrando le somme mancanti con fondi propri dell’Associazione “Mille e una nota”. Il quadro delle esibizioni della serata finale è stato così completato: per la sezione Solisti, la flautista Flavia Salierno, il pianista norvegese Nikita Khnykin, l’arpista Tosca Tavaniello, il chitarrista Andrea Curiale e la flautista russa Ksenia Kompan-Boguslavskaja; per la sezione Musica da Camera, il duo pianoforte e vibrafono Vittorio D’Angelo- Biagio Capasso; per la sezione Musica Jazz e Leggera, il pianista Alfredo Giordano Orsini.

Commossa e sfinita, il direttore artistico Anna Izzo ha ringraziato tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione del Concorso: “Sono fiera di essere cittadina di Airola, perché ho sentito tutta la comunità airolana vicina a quest’evento. Dal sindaco e amico Michele Napoletano, passando per le famiglie che hanno ospitato con generosità ed entusiasmo gli ospiti stranieri. C’è stata molta fatica nel mantenere elevato il livello dei premi, ma la gioia di fronte al livello altissimo dei musicisti italiani e stranieri che si sono esibiti nei sette giorni di Concorso è incommensurabile”.

Al termine della manifestazione, proprio il sindaco di Airola, Michele Napoletano, è intervenuto dichiarando: “Mi fa davvero piacere che, nel mondo, si sia veicolata un’immagine positiva di Airola, grazie alla straordinaria forza artistica e culturale del Concorso diretto da Anna Izzo. La mia comunità è stata felicissima di accogliere gli ospiti giunti dall’estero. Adesso bisogna già pensare alla settima edizione, che vedrà me e tutta l’Amministrazione schierata al fianco del M° Izzo perché tutti insieme si possa crescere sempre di più”.

Sulla stessa falsariga il presidente della Pro Loco di Airola, Ivo Visciano: “L’eco internazionale di quest’iniziativa ci farà moltiplicare forze ed energie a sostegno della manifestazione nei prossimi anni”.

“Siamo partiti quasi per scommessa ed ora quest’evento è divenuto una vetrina internazionale di talenti: sono sempre più orgoglioso di aver legato il nome di mio padre Francesco al Concorso”, ha dichiarato l’avvocato Pasquale Moscato.

Enorme gioia nelle parole di Yuri Bogdanov: “Ringrazio Airola, la sua gente e il suo sindaco, che ci hanno fatto sperimentare una meravigliosa festa di musica, cultura e scambio culturale”.

Infine, il maestro Daniele Petralia ha preso la parola per esprimere la sua soddisfazione: “Prendo regolarmente parte a numerose manifestazioni di assoluto prestigio del pianismo italiano ed internazionale, ma non mi era mai capitato che un direttore artistico, al momento delle premiazioni, decidesse di aumentare il montepremi inizialmente stabilito, in un ambiente nel quale spesso i premi dichiarati sono solo scritti sulla carta. Questo la dice lunga sul valore inestimabile del “Città di Airola” e spero che si voglia sempre più valorizzare un evento di tale valore in un paese così piccolo”.

Proprio Petralia lunedì 2 e martedì 3 giugno terrà una master class per giovani pianisti che, come piacevole appendice del VI “Città di Airola”, terranno un concerto aperto al pubblico lunedì 2 dalle ore 18.30 presso il Teatro Comunale di Airola (BN).

Commenti disabilitati su COM. STAMPA 19 / 02.06.2014 / Concorso Internazionale “Città di Airola’’, a due pianisti russi il Premio Moscato

Archiviato in Senza categoria

COM. STAMPA 18 / 02.06.2014 / Concorso Internazionale “Città di Airola’’, primo premio all’arpista cosentina Giulia Moraca

Una giovanissima arpista tiene alto il nome della Calabria musicale alla sesta edizione del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, fondato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota” in collaborazione con Pro Loco di Airola, Inner Wheel Valle Caudina e Fondazione Angelo Affinita Onlus, svoltosi nella cittadina in provincia di Benevento dal 24 maggio al 1 giugno.

Si sono svolte giovedì 29 maggio, presso il Teatro Comunale airolano, le prove della sezione “Solisti”, in cui diverse decine di giovani musicisti sono stati sottoposti al giudizio di una Commissione di profilo internazionale, composta daPaolo Lambiase, docente di Chitarra classica al Conservatorio di Benevento, vincitore di premi nazionali ed internazionali; Nicoletta Sanzin, titolare della cattedra di Arpa al Conservatorio beneventano, semifinalista al più importante concorso arpistico internazionale; il pianista, compositore e direttore d’orchestra M° Raffaele Desiderio; Chiara Chialli, mezzosoprano che ha calcato i principali palcoscenici della lirica internazionale collaborando con direttori d’orchestra del calibro di Riccardo Muti.

I sublimi suoni delle arpe hanno emozionato il numeroso pubblico che ha riempito il Comunale airolano. Tra le arpiste, nella categoria A (età massima 12 anni), ha surclassato la concorrenza la cosentina Giulia Moraca da Rende, con l’esecuzione di tre brani di notevole difficoltà quali Chanson dans la nuit di Carlos Salzedo, di Allegretto per arpa di Gioacchino Rossini e di Im Zug di Assia Cunego.

Alla Muraca è andato il primo premio con 96/100, superando Valeria Pia Vevoto da San Nicola Manfredi (BN), che ha ottenuto un secondo premio, voto 93/100, suonando Ballade di Susann Mc Donald, Vanille di Bernard Andres e A Moorish Garden di Nancy Gustavson. Più staccata l’altra arpista della categoria,Silvia Di Bernardo da Benevento, cui la giuria ha attribuito un comunque onorevole quarto premio con 85/100, con un programma comprendente L’ippopotamo di Gabriella Bosio, Rimbabelle n° 3 di Bernard Andres e Siciliana di Mary Kay Waddington.

Per Giulia Moraca si tratta di un traguardo eccezionale, in una competizione che si sta affermando tra i più importanti appuntamenti della musica classica, leggera e scolastica dell’Italia meridionale.

Infatti, il Concorso di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, che, con l’edizione 2014, ha acquisito lo status di “Internazionale”, ha distribuito, nonostante la crisi e il robusto taglio delle sponsorizzazioni, oltre 8mila euro, tra borse di studio, coppe, medaglie e concerti-premio.

Nel corso dei sette giorni di gara sono giunti ad Airola, nel cuore del Sannio beneventano, circa 700 partecipanti oltre a 40 dall’estero (da Giappone, Bulgaria, Corea del Sud, Spagna, Russia, Turchia, Stati Uniti, Norvegia, Azerbaijan, Ucraina e Cina), che hanno concorso per le sei sezioni in cui si articola la competizione (Solisti, Juniores, Musica da Camera, Quattro mani, Musica Jazz e Musica Leggera, Scuole Medie e Licei ad Indirizzo Musicale).

Il Teatro Comunale della cittadina caudina è stato preso d’assalto da una carovana di circa 5mila persone che hanno potuto godere, gratuitamente, dello spettacolo offerto da giovani e giovanissimi musicisti nelle sei sezioni in cui si articola il Concorso (Solisti, Juniores, Musica da Camera, Quattro mani, Scuole Medie e Licei ad Indirizzo Musicale, Musica Leggera e Jazz).

 

Commenti disabilitati su COM. STAMPA 18 / 02.06.2014 / Concorso Internazionale “Città di Airola’’, primo premio all’arpista cosentina Giulia Moraca

Archiviato in Senza categoria

COM. STAMPA 17 / 01.06.2014 / “Città di Airola’’, stasera il gran finale Premio Moscato: ecco i finalisti

Grande fermento in Valle Caudina per l’approssimarsi della serata finale del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, fondato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota” in collaborazione con Pro Loco di Airola, Inner Wheel Valle Caudina e Fondazione Angelo Affinita Onlus.

L’appuntamento è per questa sera alle ore 18.30 presso il Teatro Comunale della cittadina caudina. Nel corso della grande passerella finale, saranno proclamati i vincitori di tutte le sezioni e categorie, tra i quali alcuni, selezionati dalle Commissioni in base al punteggio più alto, avranno la possibilità di esibirsi nuovamente. Sempre nel corso della serata, sarà annunciato il primo posto assoluto, con votazione di 100/100 e lode, scelto tra i vincitori di tutte le sezioni e categorie, che si aggiudicherà la borsa di studio del valore di 1000 euro.

L’altro traguardo ambito dai partecipanti è la borsa di studio, del valore di ben 2mila euro, che sarà appannaggio del primo classificato del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, di cui ieri, sabato 31 maggio, si sono disputate le eliminatorie. Il parterre dei pianisti concorrenti è stato giudicato da una giuria di altissimo rilievo mondiale, composta dai due pianisti, concertisti e docenti Daniele Petralia (cattedra di Pianoforte all’ l’Istituto “V. Bellini” di Catania) e Yuri Bogdanov (Accademia Musicale “Gnessin” di Mosca) e da Tina Babuscio (docente del Conservatorio “N. Sala” di Benevento).

Hanno oltrepassato la barriera delle qualificazioni il turco Tugrul Adiloglu (da Ankara), i moscoviti Yulia Kazantseva, Galina Zhukova, Maxim Kulagin e l’unico italiano Tiziano Rossetti da Milano. I finalisti suoneranno il proprio programma nuovamente stamane e, da questa rosa, emergerà il vincitore unico. Si sono aggiudicati il diploma di merito, senza accedere alla finale, Alfredo Giordano Orsini (Napoli), Suzuka Ichikawa (Tokyo, Giappone) e Nikita Khnykyn (Oslo, Norvegia).

Sempre nella giornata di ieri si sono disputate le ultime prove della sezione “Solisti”, per quanto attiene la categoria F, dedicata a musicisti senza limiti di età, ai quali era concesso di presentare un programma di massimo 25 minuti.

Il primo posto è stato un duello Bulgaria – Spagna: se lo sono aggiudicati, infatti, la pianista Lili Bodganova (da Sofia) con l’esecuzione di Suite Op. 14 di B. Bartok , Sonata op. 1 di A. Berg, Prelude n° 11 e 12 di C. Debussy, e il pianista spagnolo Ruben Talon Dominguez (da Valencia), nel cui programma figurava la Fantasia Betica di M. de Falla, Etude Op. 25 n° 12 di F. Chopin e Vallée d’obermann di F. Liszt. I due artisti hanno condiviso votazione (100/100), primo premio e borsa di studio di categoria.

Un gradino più in basso, ma protagonista di un’eccezionale performance, la pianista russa Anastasia Privdorova (da Mosca), insignita del primo premio con 96/100 e vincitrice, ex aequo con le italiane Nuzzo e Simeone, della borsa di studio “Cosimo Minicozzi” per la migliore esecuzione delle composizioni tratte dalla raccolta “Marionette” (di cui la musicista moscovita ha eseguito i brani Pantomima, Pagliaccio e Valzer sincopato). Il programma della pianista moscovita era, infine, completato da Islamey, Op. 18 di M. Balarikev, Elegie Op. 3 n° 1 da S. V. Rachmaninoff e Danze Argentine di A. Ginastera.

Eccellente secondo premio per il clarinettista Emilio Merola di Vitulazio (CE), che, grazie all’esecuzione di Sonatina di M. Arnold, Romanza di F. Polenk, Solfeggietto Metamorphosis di E. K. Daniels e Motion Train di E. Sparago, ha ottenuto la lusinghiera votazione di 95/100. Con la votazione leggermente inferiore di 91/100 si è accaparrata l’altro secondo premio la pianista Hyungsook Yoon (da Seoul, Corea del Sud) che ha suonato la Sonata in Do Maggiore Op. 16 di F. J. Haydn e Preludes Op. 11 di A. Scriabin.

Riporta in Oriente un terzo premio Junko Mashima da Okayama, Giappone, la cui esecuzione della Ballata n°1 in Sol Minore Op. 23 di F. Chopin e di Etudes Tableaux Op. 39 n° 5 di S. V. Rachmaninoff è stata giudicata meritevole del voto di 90/100.

Completano il quadro delle esibizioni di ieri il quarto premio dell’irpina Antonella Censullo da San Mango sul Calore (la cui proposta verteva sul Notturno Op. 32 n° 2 di F. Chopin, Pour le piano di C. Debussy e Rapsodia in Mi Maggiore di J. Brahms), il diploma di merito per Alessia Manco (di Sperone, Avellino) e il diploma di partecipazione per la partenopea Cristina Massaro.

Dopo la finale di stasera il Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola” vivrà un’appendice di due giorni, lunedì 2 e martedì 3 giugno, con la masterclass del M° Daniele Petralia che prevede, per un numero chiuso di allievi, lezioni pratiche e teoriche e un concerto aperto al pubblico (sempre presso il Teatro Comunale di Airola, lunedì alle 18.30).

Commenti disabilitati su COM. STAMPA 17 / 01.06.2014 / “Città di Airola’’, stasera il gran finale Premio Moscato: ecco i finalisti

Archiviato in Senza categoria

COM. STAMPA 16 / 01.06.2014 / Città di Airola’’, al Concorso Internazionale dopo Matera in luce i talenti di Potenza

Splende ancora la stella della giovane musica lucana al Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, fondato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota” in collaborazione con Pro Loco di Airola, Inner Wheel Valle Caudina e Fondazione Angelo Affinita Onlus.

Ad inaugurare i buoni risultati della Basilicata, erano stati l’orchestra scolastica e i singoli allievi-musicisti della Scuola Media Statale “Nicola Festa” di Matera, coordinati dal M° Lucia Giampietro, che, lunedì 26 maggio, nella sezione “Scuole Medie ad Indirizzo Musicale”, aveva conquistato il primo premio per la categoria B (gruppi), con votazione di 96/100, grazie ad una apprezzata esecuzione dei brani Ballo in fa diesis di Angelo Branduardi, Maple Leaf Rag di Scott Joplin e un brano di Charlie Chaplin dalla colonna sonora del film da lui scritto e diretto Tempi moderni (1936).

Ad emettere il verdetto la giuria composta dal M° Carmen Cirillo, professore ordinario di Pianoforte presso il Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento, segretario generale del CEDAM (Centro di Eccellenza per la Diffusione dell’Arte nel Mezzogiorno). La Commissione era completata dal M° Luigi Monterossi (già prima tromba del San Carlo di Napoli) e da Livia Grimaldi, docente in una scuola media ad indirizzo musicale, dal M°Anna Izzo e dal M° Maura Minicozzi, cantante, docente e direttore artistico della sezione Musica Leggera e Jazz della sesta edizione del “Città di Airola”.

I musicisti della sezione “Solisti” si sono esibiti giovedì 29 e venerdì 30 maggio, sottoposti al giudizio di una Commissione di alto profilo, formata dal M°Paolo Lambiase, docente di Chitarra classica al Conservatorio di Benevento, vincitore di premi nazionali ed internazionali; da Nicoletta Sanzin, titolare della cattedra di Arpa al Conservatorio beneventano, semifinalista al più importante concorso arpistico internazionale; dal pianista, compositore e direttore d’orchestra M° Raffaele Desiderio; dal mezzosoprano Chiara Chialli, più volte in scena sui principali palcoscenici della lirica internazionale collaborando con direttori d’orchestra del calibro di Riccardo Muti.

Giovedì 29, tra le arpiste, si sono guadagnate una nota di merito due giovanissime artiste lucane.

Nella categoria B (a cui potevano concorrere baby musicisti di età inferiore ai 15 anni) ha ottenuto il plauso unanime della Commissione Carla Capriuoli, che, con la sua interpretazione di Figgy Dig di Jeamie Kern Chenette, Hurdy Gurdy di Carlos Salzedo e Two Guitars di Linda Wood, ha convinto la giuria ad assegnarle un onorevole terzo posto con punti 86/100.

Nella categoria E, riservata a partecipanti con età massima di 22 anni, la potentina Sonia Foscolo, nel cui programma figurava Danse d’automne n° 2 di Bernard Andres, Chanson dans la nuit di Carlos Salzedo e Feuilles d’Automne n°1 – Serenade Melanconique di Alphonse Hasselmans, ha conquistato un lusinghiero terzo premio, con votazione di 86/100 come Capriuoli.

Considerando la qualità della proposta musicale e il rigore con cui viene valutata dai giurati, il bilancio per la giovane musica classica e scolastica della Basilicata può essere ritenuto più che sufficiente.

Il Concorso di Esecuzione Musicale, che, con l’edizione 2014, ha acquisito lo status di “Internazionale”, ha distribuito, nonostante la crisi e il robusto taglio delle sponsorizzazioni, oltre 8mila euro, tra borse di studio, coppe, medaglie e concerti-premio.

Nel corso dei sette giorni di gara sono giunti ad Airola, nel cuore del Sannio beneventano, circa 700 partecipanti oltre a 40 dall’estero (da Giappone, Bulgaria, Corea del Sud, Spagna, Russia, Turchia, Stati Uniti, Norvegia, Azerbaijan, Ucraina e Cina), che hanno concorso per le sei sezioni in cui si articola la competizione (Solisti, Juniores, Musica da Camera, Quattro mani, Musica Jazz e Musica Leggera, Scuole Medie e Licei ad Indirizzo Musicale).

Il Teatro Comunale della cittadina caudina è stato preso d’assalto da una carovana di circa 4mila persone che hanno potuto godere, gratuitamente, dello spettacolo offerto da giovani e giovanissimi musicisti.

Date queste premesse, naturale conseguenza è il clima di attesa che si vive nella comunità sannita per la serata finale, in cui saranno proclamati i vincitori di tutte le categorie e sezioni (solisti, juniores, musica da camera, quattro mani, musica jazz e leggera, istituti ad indirizzo musicale) e soprattutto il vincitore del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, a cui andrà una ambita borsa di studio del valore di 2mila euro, e il primo premio assoluto tra tutte le sezioni, che si aggiudicherà la borsa di studio di 1000 euro.

Appuntamento a stasera, domenica 1 giugno, al Teatro Comunale di Airola (Benevento), ore 18.30 (ingresso libero, fino ad esaurimento posti).

Commenti disabilitati su COM. STAMPA 16 / 01.06.2014 / Città di Airola’’, al Concorso Internazionale dopo Matera in luce i talenti di Potenza

Archiviato in Senza categoria

COM. STAMPA 15 / 01.06.2014 / “Città di Airola’’, al Concorso Internazionale Molise ancora protagonista

Continua a parlare molisano la sesta edizione del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, fondato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota” in collaborazione con Pro Loco di Airola, Inner Wheel Valle Caudina e Fondazione Angelo Affinita Onlus.

Dopo le ovazioni riservate all’orchestra scolastica dell’Istituto Comprensivo “Vincenzo Cuoco” di Petacciato (CB) che, martedì 27 maggio nella sezione “Scuole Medie ad Indirizzo Musicale”, aveva entusiasmato con l’esecuzione di Mambo N° 5 (originale di Perez Prado del 1952, ma reso celebre nel 1999 dalla versione di Lou Bega) e Can’t Take My Eyes off You (scritta nel 1967 da Bob Crewe e Bob Gaudio per Frankie Vallie), è toccato ai solisti del Molise emozionare la giuria e il pubblico presente al Teatro Comunale della cittadina di Airola, nel Sannio beneventano.

I musicisti della sezione “Solisti” si sono esibiti giovedì 29 e venerdì 30 maggio, sottoposti al giudizio di una Commissione di alto profilo, formata dal M°Paolo Lambiase, docente di Chitarra classica al Conservatorio di Benevento, vincitore di premi nazionali ed internazionali; da Nicoletta Sanzin, titolare della cattedra di Arpa al Conservatorio beneventano, semifinalista al più importante concorso arpistico internazionale; dal pianista, compositore e direttore d’orchestra M° Raffaele Desiderio; dal mezzosoprano Chiara Chialli, più volte in scena sui principali palcoscenici della lirica internazionale collaborando con direttori d’orchestra del calibro di Riccardo Muti.

Giovedì 29, tra le arpiste, la prova che ha incantato il numeroso pubblico presente e soprattutto i giurati è stata quella di Tosca Tavaniello di Fossalto (Campobasso) che, eseguendo i brani Chanson de mai e Gitana di Alphonse Hasselmans, ha sbaragliato la concorrenza della categoria B (età massima 14 anni) con un eccellente primo premio e massimo dei voti (100/100).

Venerdì 30 nella categoria B (altri strumenti), con voti 96/100, ha maturato uno straordinario primo premio, con relativo plauso dei giudici, il pianista di Ripamolisani (Campobasso) Giovanni Maria Sollazzo, grazie all’esecuzione del primo e terzo movimento della Sonata Opera 10 n° 1 di Ludwig van Beethoven.

Nella categoria C (la cui soglia massima d’età è fissata a 17 anni) la pianista isernina Virginia Di Rocco, suonando la Sonata kv 332 di Wolfgang Amadeus Mozart, si è guadagnata un lusinghiero secondo posto con il punteggio di 93/100.

Il Concorso di Esecuzione Musicale, che, con l’edizione 2014, ha acquisito lo status di “Internazionale”, ha distribuito, nonostante la crisi e il robusto taglio delle sponsorizzazioni, oltre 8mila euro, tra borse di studio, coppe, medaglie e concerti-premio.

Nel corso dei sette giorni di gara sono giunti ad Airola, nel cuore del Sannio beneventano, circa 700 partecipanti oltre a 40 dall’estero (da Giappone, Bulgaria, Corea del Sud, Spagna, Russia, Turchia, Stati Uniti, Norvegia, Azerbaijan, Ucraina e Cina), che hanno concorso per le sei sezioni in cui si articola la competizione (Solisti, Juniores, Musica da Camera, Quattro mani, Musica Jazz e Musica Leggera, Scuole Medie e Licei ad Indirizzo Musicale).

Il Teatro Comunale della cittadina caudina è stato preso d’assalto da una carovana di circa 4mila persone che hanno potuto godere, gratuitamente, dello spettacolo offerto da giovani e giovanissimi musicisti.

Date queste premesse, naturale conseguenza è il clima di attesa che si vive nella comunità sannita per la serata finale, in cui saranno proclamati i vincitori di tutte le categorie e sezioni (solisti, juniores, musica da camera, quattro mani, musica jazz e leggera, istituti ad indirizzo musicale) e soprattutto il vincitore del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, a cui andrà una ambita borsa di studio del valore di 2mila euro, e il primo premio assoluto tra tutte le sezioni, che si aggiudicherà la borsa di studio di 1000 euro.

Appuntamento a stasera, domenica 1 giugno, al Teatro Comunale di Airola (Benevento), ore 18.30 (ingresso libero, fino ad esaurimento posti).

Commenti disabilitati su COM. STAMPA 15 / 01.06.2014 / “Città di Airola’’, al Concorso Internazionale Molise ancora protagonista

Archiviato in Senza categoria

COM. STAMPA 14 / 31.05.2014 / Concorso Internazionale “Città di Airola’’, nel cuore del Sannio una festa di musica e cultura

Airola, piccolo borgo al centro della Valle Caudina, Sannio beneventano, per sette giorni cuore della musica classica internazionale. Possibile? I numeri dicono di sì.

Per la sesta edizione del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, fondato e diretto dalla pianista e docente airolana Anna Izzo, sono giunti in questo remoto angolo dell’Italia meridionale 700 musicisti da tutta Italia, più una quarantina di iscritti dall’estero.

C’è chi è giunto nel Sannio dalla Spagna, come Ruben Talon, chi da San Pietroburgo, come Galina Zhukova, chi da Sofia, come Lili Bogdanov. Un’altra delegazione di otto persone è arrivata alcuni giorni fa direttamente dalla Scandinavia: Oslo, per la precisione. Sono solo alcune delle storie dei pianisti che hanno preso un volo e poi diversi altri mezzi di trasporto per raggiungere Airola, da Giappone, Bulgaria, Corea del Sud, Spagna, Russia, Turchia, Stati Uniti, Norvegia, Azerbaijan, Ucraina e Cina, per sfidarsi a colpi di note e conquistare uno degli ambiti premi del Concorso.

Come la borsa di studio del valore di 2mila euro assegnata al primo classificato del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, dedicato a uno dei pionieri dell’educazione musicale nel Sannio. Le eliminatorie tra i pianisti avverranno oggi presso il Teatro Comunale, che ha fatto fatica a contenere da domenica 25 ad oggi, le migliaia tra appassionati, accompagnatori e giovani musicisti in gara nelle sei sezioni in cui si articola il Concorso.

A valutare i talenti in erba della musica classica e leggera hanno provveduto Commissioni di alto profilo internazionale, formate da concertisti, insegnanti e artisti come il jazzista Pietro Condorelli (premio Jazzit 2011), il mezzosoprano Chiara Chialli (in scena con Riccardo Muti), il direttore d’orchestra Raffaele Desiderio, i pianisti Daniele Petralia (cattedra di Pianoforte l’Istituto Superiore di Studi Musicali Vincenzo Bellini di Catania) e Yuri Bogdanov (ordinario di Pianoforte presso l’Accademia Musicale “Gnessin” di Mosca).

L’elevata competenza delle giurie, giovando alla credibilità e all’immagine del Concorso, ha consentito di aumentare esponenzialmente di anno in anno il numero e qualità degli iscritti, dai pianisti, a violinisti, clarinettisti, chitarristi, fino ad arrivare ai solisti e ai complessi di musica jazz e leggera.

Il Concorso di Esecuzione Musicale, che, con l’edizione 2014, ha acquisito lo status di “Internazionale”, ha distribuito, nonostante la crisi e il robusto taglio delle sponsorizzazioni, oltre 8mila euro, tra borse di studio, coppe, medaglie e concerti-premio. Questa soglia è stata raggiunta e mantenuta nel corso degli anni grazie alla pervicace azione di fundraising del direttore artistico Izzo, che ha potuto contare sull’appoggio di alcuni partner convinti sostenitori del suo progetto artistico-culturale.

Un progetto che non dimentica la solidarietà: la Fondazione Angelo Affinita ha infatti messo a disposizione una borsa di studio di 500 euro per la prosecuzione degli studi a musicisti meritevoli ma sprovvisti di mezzi economici.

C’è da ricordare, ancora, il profilo educativo del Concorso. In una delle sezioni della manifestazione, riservata a “Scuole Medie e Licei ad Indirizzo Musicale”, è stato registrato un alto afflusso di orchestre scolastiche, che hanno avuto la possibilità di confrontarsi con i pari età provenienti da tutta Italia, ma anche – grazie ai tour allestiti dai volontari della Pro Loco di Airola – di conoscere le tante bellezze storiche, architettoniche ed artistiche della Valle Caudina.

Il Concorso ha promosso attivamente una nuova idea di cittadinanza partecipativa: i musicisti stranieri sono stati ospitati gratuitamente dalle famiglie degli allievi dell’Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota”, diretta anch’essa da Anna Izzo. In numerose abitazioni di Airola si è potuta sperimentare la relazione con culture, lingue, costumi di altri Paesi e continenti.

Date queste premesse, naturale conseguenza è il clima di attesa che si vive in quest’angolo di Sannio per la serata finale, in cui saranno proclamati i vincitori di tutte le categorie e sezioni (solisti, juniores, musica da camera, quattro mani, musica jazz e leggera, istituti ad indirizzo musicale) e soprattutto il vincitore del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato” e il primo premio assoluto tra tutte le sezioni, che si aggiudicherà l’ambita borsa di studio di 1000 euro.

Appuntamento domenica 1 giugno, al Teatro Comunale di Airola (Benevento), ore 18.30 (ingresso libero, fino ad esaurimento posti).

SCHEDA RIEPILOGATIVA

Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”

Direttore artistico: M° Anna Izzo

Organizzazione: Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota”, Airola, Benevento

Sezioni: Solisti, Juniores, Musica da Camera, Quattro Mani, Musica Jazz e Musica Leggera, Scuole Medie e Licei ad Indirizzo Musicale

Partecipanti: 700, più 40 dall’estero (in 6 anni circa 3mila)

Premi: 8 mila euro (in 6 anni oltre 50mila euro)

Spettatori: 4mila (stima relativa ai primi 6 giorni, esclusa serata finale; in 6 anni circa 12mila)

Commenti disabilitati su COM. STAMPA 14 / 31.05.2014 / Concorso Internazionale “Città di Airola’’, nel cuore del Sannio una festa di musica e cultura

Archiviato in Senza categoria

COM. STAMPA 13 / 31.05.2014 / Concorso Internazionale “Città di Airola’’, l’arpa suona salernitano

Arpiste salernitane sugli scudi nella sezione “Musica da camera” svoltasi giovedì 29 maggio nell’ambito della sesta edizione del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, fondato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota” in collaborazione con Pro Loco di Airola, Inner Wheel Valle Caudina e Fondazione Angelo Affinita Onlus, che si chiude domani, domenica 1 giugno, con la serata finale (inizio ore 18.30, Teatro Comunale di Airola (BN), ingresso libero).

I giovani solisti delle categorie B, C, D, E sono stati sottoposti al giudizio di una Commissione di alto profilo, formata dal M°Paolo Lambiase, docente di Chitarra classica al Conservatorio di Benevento, vincitore di premi nazionali ed internazionali; da Nicoletta Sanzin, titolare della cattedra di Arpa al Conservatorio beneventano, semifinalista al più importante concorso arpistico internazionale; dal pianista, compositore e direttore d’orchestra M° Raffaele Desiderio; dal mezzosoprano Chiara Chialli, più volte in scena sui principali palcoscenici della lirica internazionale collaborando con direttori d’orchestra del calibro di Riccardo Muti.

I sublimi suoni delle arpe hanno emozionato il numeroso pubblico che ha riempito il Comunale airolano e molte sono le soddisfazioni giunte per l’arpismo salernitano dalle esibizioni di giovedì 29.

Nella categoria C, riservata a musicisti di età non superiore ai 17 anni, l’agropolese Elena Vallebona ha conquistato il primo premio, con votazione di 96/100, suonando la Sonata in C Minore di J. Dussek e Petite Suite Classique di Marcel Grandjany.

Sempre giovedì si sono esibiti anche le arpiste provenienti da Licei Musicali. Su tutte, spiccano le performance di Nadia Mainardi da Angri, per l’esecuzione di Rimbabelle di Bernard Andres, e Federica Carbone, da Salerno, che ha suonato Petite Berceuse di Alphonse Hasselmans e Petite Valse Lente di Johannes Snoer, entrambe meritevoli del primo premio con punteggio 96.

Entrambe con il punteggio di 87/100 hanno scalato il terzo premio Chiara Citro da Salerno, nel cui programma figurava il brano The Jester da Marionetts Ballet Suite di Philip Sevasta, e Stefania Magno di Agropoli, che ha eseguito Midnight Stars di Jane Weidensaul e Passing by di Marcel Grandjany.

Il Concorso di Esecuzione Musicale, che, con l’edizione 2014, ha acquisito lo status di “Internazionale”, ha distribuito, nonostante la crisi e il robusto taglio delle sponsorizzazioni, oltre 8mila euro, tra borse di studio, coppe, medaglie e concerti-premio.

Nel corso dei sette giorni di gara sono giunti ad Airola, nel cuore del Sannio beneventano, circa 700 partecipanti oltre a 40 dall’estero (da Giappone, Bulgaria, Corea del Sud, Spagna, Russia, Turchia, Stati Uniti, Norvegia, Azerbaijan, Ucraina e Cina), che hanno concorso per le sei sezioni in cui si articola la competizione (Solisti, Juniores, Musica da Camera, Quattro mani, Musica Jazz e Musica Leggera, Scuole Medie e Licei ad Indirizzo Musicale).

Il Teatro Comunale della cittadina caudina è stato preso d’assalto da una carovana di circa 4mila persone che hanno potuto godere, gratuitamente, dello spettacolo offerto da giovani e giovanissimi musicisti.

Date queste premesse, naturale conseguenza è il clima di attesa che si vive nella comunità sannita per la serata finale, in cui saranno proclamati i vincitori di tutte le categorie e sezioni (solisti, juniores, musica da camera, quattro mani, musica jazz e leggera, istituti ad indirizzo musicale) e soprattutto il vincitore del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, a cui andrà una ambita borsa di studio del valore di 2mila euro, e il primo premio assoluto tra tutte le sezioni, che si aggiudicherà la borsa di studio di 1000 euro.

Appuntamento a domani, domenica 1 giugno, al Teatro Comunale di Airola (Benevento), ore 18.30 (ingresso libero, fino ad esaurimento posti).

Commenti disabilitati su COM. STAMPA 13 / 31.05.2014 / Concorso Internazionale “Città di Airola’’, l’arpa suona salernitano

Archiviato in Senza categoria