Archivi tag: Sezione Solisti

COM. STAMPA 18 / 02.06.2014 / Concorso Internazionale “Città di Airola’’, primo premio all’arpista cosentina Giulia Moraca

Una giovanissima arpista tiene alto il nome della Calabria musicale alla sesta edizione del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, fondato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota” in collaborazione con Pro Loco di Airola, Inner Wheel Valle Caudina e Fondazione Angelo Affinita Onlus, svoltosi nella cittadina in provincia di Benevento dal 24 maggio al 1 giugno.

Si sono svolte giovedì 29 maggio, presso il Teatro Comunale airolano, le prove della sezione “Solisti”, in cui diverse decine di giovani musicisti sono stati sottoposti al giudizio di una Commissione di profilo internazionale, composta daPaolo Lambiase, docente di Chitarra classica al Conservatorio di Benevento, vincitore di premi nazionali ed internazionali; Nicoletta Sanzin, titolare della cattedra di Arpa al Conservatorio beneventano, semifinalista al più importante concorso arpistico internazionale; il pianista, compositore e direttore d’orchestra M° Raffaele Desiderio; Chiara Chialli, mezzosoprano che ha calcato i principali palcoscenici della lirica internazionale collaborando con direttori d’orchestra del calibro di Riccardo Muti.

I sublimi suoni delle arpe hanno emozionato il numeroso pubblico che ha riempito il Comunale airolano. Tra le arpiste, nella categoria A (età massima 12 anni), ha surclassato la concorrenza la cosentina Giulia Moraca da Rende, con l’esecuzione di tre brani di notevole difficoltà quali Chanson dans la nuit di Carlos Salzedo, di Allegretto per arpa di Gioacchino Rossini e di Im Zug di Assia Cunego.

Alla Muraca è andato il primo premio con 96/100, superando Valeria Pia Vevoto da San Nicola Manfredi (BN), che ha ottenuto un secondo premio, voto 93/100, suonando Ballade di Susann Mc Donald, Vanille di Bernard Andres e A Moorish Garden di Nancy Gustavson. Più staccata l’altra arpista della categoria,Silvia Di Bernardo da Benevento, cui la giuria ha attribuito un comunque onorevole quarto premio con 85/100, con un programma comprendente L’ippopotamo di Gabriella Bosio, Rimbabelle n° 3 di Bernard Andres e Siciliana di Mary Kay Waddington.

Per Giulia Moraca si tratta di un traguardo eccezionale, in una competizione che si sta affermando tra i più importanti appuntamenti della musica classica, leggera e scolastica dell’Italia meridionale.

Infatti, il Concorso di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, che, con l’edizione 2014, ha acquisito lo status di “Internazionale”, ha distribuito, nonostante la crisi e il robusto taglio delle sponsorizzazioni, oltre 8mila euro, tra borse di studio, coppe, medaglie e concerti-premio.

Nel corso dei sette giorni di gara sono giunti ad Airola, nel cuore del Sannio beneventano, circa 700 partecipanti oltre a 40 dall’estero (da Giappone, Bulgaria, Corea del Sud, Spagna, Russia, Turchia, Stati Uniti, Norvegia, Azerbaijan, Ucraina e Cina), che hanno concorso per le sei sezioni in cui si articola la competizione (Solisti, Juniores, Musica da Camera, Quattro mani, Musica Jazz e Musica Leggera, Scuole Medie e Licei ad Indirizzo Musicale).

Il Teatro Comunale della cittadina caudina è stato preso d’assalto da una carovana di circa 5mila persone che hanno potuto godere, gratuitamente, dello spettacolo offerto da giovani e giovanissimi musicisti nelle sei sezioni in cui si articola il Concorso (Solisti, Juniores, Musica da Camera, Quattro mani, Scuole Medie e Licei ad Indirizzo Musicale, Musica Leggera e Jazz).

 

Annunci

Commenti disabilitati su COM. STAMPA 18 / 02.06.2014 / Concorso Internazionale “Città di Airola’’, primo premio all’arpista cosentina Giulia Moraca

Archiviato in Senza categoria

COM. STAMPA 17 / 01.06.2014 / “Città di Airola’’, stasera il gran finale Premio Moscato: ecco i finalisti

Grande fermento in Valle Caudina per l’approssimarsi della serata finale del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, fondato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota” in collaborazione con Pro Loco di Airola, Inner Wheel Valle Caudina e Fondazione Angelo Affinita Onlus.

L’appuntamento è per questa sera alle ore 18.30 presso il Teatro Comunale della cittadina caudina. Nel corso della grande passerella finale, saranno proclamati i vincitori di tutte le sezioni e categorie, tra i quali alcuni, selezionati dalle Commissioni in base al punteggio più alto, avranno la possibilità di esibirsi nuovamente. Sempre nel corso della serata, sarà annunciato il primo posto assoluto, con votazione di 100/100 e lode, scelto tra i vincitori di tutte le sezioni e categorie, che si aggiudicherà la borsa di studio del valore di 1000 euro.

L’altro traguardo ambito dai partecipanti è la borsa di studio, del valore di ben 2mila euro, che sarà appannaggio del primo classificato del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, di cui ieri, sabato 31 maggio, si sono disputate le eliminatorie. Il parterre dei pianisti concorrenti è stato giudicato da una giuria di altissimo rilievo mondiale, composta dai due pianisti, concertisti e docenti Daniele Petralia (cattedra di Pianoforte all’ l’Istituto “V. Bellini” di Catania) e Yuri Bogdanov (Accademia Musicale “Gnessin” di Mosca) e da Tina Babuscio (docente del Conservatorio “N. Sala” di Benevento).

Hanno oltrepassato la barriera delle qualificazioni il turco Tugrul Adiloglu (da Ankara), i moscoviti Yulia Kazantseva, Galina Zhukova, Maxim Kulagin e l’unico italiano Tiziano Rossetti da Milano. I finalisti suoneranno il proprio programma nuovamente stamane e, da questa rosa, emergerà il vincitore unico. Si sono aggiudicati il diploma di merito, senza accedere alla finale, Alfredo Giordano Orsini (Napoli), Suzuka Ichikawa (Tokyo, Giappone) e Nikita Khnykyn (Oslo, Norvegia).

Sempre nella giornata di ieri si sono disputate le ultime prove della sezione “Solisti”, per quanto attiene la categoria F, dedicata a musicisti senza limiti di età, ai quali era concesso di presentare un programma di massimo 25 minuti.

Il primo posto è stato un duello Bulgaria – Spagna: se lo sono aggiudicati, infatti, la pianista Lili Bodganova (da Sofia) con l’esecuzione di Suite Op. 14 di B. Bartok , Sonata op. 1 di A. Berg, Prelude n° 11 e 12 di C. Debussy, e il pianista spagnolo Ruben Talon Dominguez (da Valencia), nel cui programma figurava la Fantasia Betica di M. de Falla, Etude Op. 25 n° 12 di F. Chopin e Vallée d’obermann di F. Liszt. I due artisti hanno condiviso votazione (100/100), primo premio e borsa di studio di categoria.

Un gradino più in basso, ma protagonista di un’eccezionale performance, la pianista russa Anastasia Privdorova (da Mosca), insignita del primo premio con 96/100 e vincitrice, ex aequo con le italiane Nuzzo e Simeone, della borsa di studio “Cosimo Minicozzi” per la migliore esecuzione delle composizioni tratte dalla raccolta “Marionette” (di cui la musicista moscovita ha eseguito i brani Pantomima, Pagliaccio e Valzer sincopato). Il programma della pianista moscovita era, infine, completato da Islamey, Op. 18 di M. Balarikev, Elegie Op. 3 n° 1 da S. V. Rachmaninoff e Danze Argentine di A. Ginastera.

Eccellente secondo premio per il clarinettista Emilio Merola di Vitulazio (CE), che, grazie all’esecuzione di Sonatina di M. Arnold, Romanza di F. Polenk, Solfeggietto Metamorphosis di E. K. Daniels e Motion Train di E. Sparago, ha ottenuto la lusinghiera votazione di 95/100. Con la votazione leggermente inferiore di 91/100 si è accaparrata l’altro secondo premio la pianista Hyungsook Yoon (da Seoul, Corea del Sud) che ha suonato la Sonata in Do Maggiore Op. 16 di F. J. Haydn e Preludes Op. 11 di A. Scriabin.

Riporta in Oriente un terzo premio Junko Mashima da Okayama, Giappone, la cui esecuzione della Ballata n°1 in Sol Minore Op. 23 di F. Chopin e di Etudes Tableaux Op. 39 n° 5 di S. V. Rachmaninoff è stata giudicata meritevole del voto di 90/100.

Completano il quadro delle esibizioni di ieri il quarto premio dell’irpina Antonella Censullo da San Mango sul Calore (la cui proposta verteva sul Notturno Op. 32 n° 2 di F. Chopin, Pour le piano di C. Debussy e Rapsodia in Mi Maggiore di J. Brahms), il diploma di merito per Alessia Manco (di Sperone, Avellino) e il diploma di partecipazione per la partenopea Cristina Massaro.

Dopo la finale di stasera il Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola” vivrà un’appendice di due giorni, lunedì 2 e martedì 3 giugno, con la masterclass del M° Daniele Petralia che prevede, per un numero chiuso di allievi, lezioni pratiche e teoriche e un concerto aperto al pubblico (sempre presso il Teatro Comunale di Airola, lunedì alle 18.30).

Commenti disabilitati su COM. STAMPA 17 / 01.06.2014 / “Città di Airola’’, stasera il gran finale Premio Moscato: ecco i finalisti

Archiviato in Senza categoria

COM. STAMPA 16 / 01.06.2014 / Città di Airola’’, al Concorso Internazionale dopo Matera in luce i talenti di Potenza

Splende ancora la stella della giovane musica lucana al Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, fondato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota” in collaborazione con Pro Loco di Airola, Inner Wheel Valle Caudina e Fondazione Angelo Affinita Onlus.

Ad inaugurare i buoni risultati della Basilicata, erano stati l’orchestra scolastica e i singoli allievi-musicisti della Scuola Media Statale “Nicola Festa” di Matera, coordinati dal M° Lucia Giampietro, che, lunedì 26 maggio, nella sezione “Scuole Medie ad Indirizzo Musicale”, aveva conquistato il primo premio per la categoria B (gruppi), con votazione di 96/100, grazie ad una apprezzata esecuzione dei brani Ballo in fa diesis di Angelo Branduardi, Maple Leaf Rag di Scott Joplin e un brano di Charlie Chaplin dalla colonna sonora del film da lui scritto e diretto Tempi moderni (1936).

Ad emettere il verdetto la giuria composta dal M° Carmen Cirillo, professore ordinario di Pianoforte presso il Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento, segretario generale del CEDAM (Centro di Eccellenza per la Diffusione dell’Arte nel Mezzogiorno). La Commissione era completata dal M° Luigi Monterossi (già prima tromba del San Carlo di Napoli) e da Livia Grimaldi, docente in una scuola media ad indirizzo musicale, dal M°Anna Izzo e dal M° Maura Minicozzi, cantante, docente e direttore artistico della sezione Musica Leggera e Jazz della sesta edizione del “Città di Airola”.

I musicisti della sezione “Solisti” si sono esibiti giovedì 29 e venerdì 30 maggio, sottoposti al giudizio di una Commissione di alto profilo, formata dal M°Paolo Lambiase, docente di Chitarra classica al Conservatorio di Benevento, vincitore di premi nazionali ed internazionali; da Nicoletta Sanzin, titolare della cattedra di Arpa al Conservatorio beneventano, semifinalista al più importante concorso arpistico internazionale; dal pianista, compositore e direttore d’orchestra M° Raffaele Desiderio; dal mezzosoprano Chiara Chialli, più volte in scena sui principali palcoscenici della lirica internazionale collaborando con direttori d’orchestra del calibro di Riccardo Muti.

Giovedì 29, tra le arpiste, si sono guadagnate una nota di merito due giovanissime artiste lucane.

Nella categoria B (a cui potevano concorrere baby musicisti di età inferiore ai 15 anni) ha ottenuto il plauso unanime della Commissione Carla Capriuoli, che, con la sua interpretazione di Figgy Dig di Jeamie Kern Chenette, Hurdy Gurdy di Carlos Salzedo e Two Guitars di Linda Wood, ha convinto la giuria ad assegnarle un onorevole terzo posto con punti 86/100.

Nella categoria E, riservata a partecipanti con età massima di 22 anni, la potentina Sonia Foscolo, nel cui programma figurava Danse d’automne n° 2 di Bernard Andres, Chanson dans la nuit di Carlos Salzedo e Feuilles d’Automne n°1 – Serenade Melanconique di Alphonse Hasselmans, ha conquistato un lusinghiero terzo premio, con votazione di 86/100 come Capriuoli.

Considerando la qualità della proposta musicale e il rigore con cui viene valutata dai giurati, il bilancio per la giovane musica classica e scolastica della Basilicata può essere ritenuto più che sufficiente.

Il Concorso di Esecuzione Musicale, che, con l’edizione 2014, ha acquisito lo status di “Internazionale”, ha distribuito, nonostante la crisi e il robusto taglio delle sponsorizzazioni, oltre 8mila euro, tra borse di studio, coppe, medaglie e concerti-premio.

Nel corso dei sette giorni di gara sono giunti ad Airola, nel cuore del Sannio beneventano, circa 700 partecipanti oltre a 40 dall’estero (da Giappone, Bulgaria, Corea del Sud, Spagna, Russia, Turchia, Stati Uniti, Norvegia, Azerbaijan, Ucraina e Cina), che hanno concorso per le sei sezioni in cui si articola la competizione (Solisti, Juniores, Musica da Camera, Quattro mani, Musica Jazz e Musica Leggera, Scuole Medie e Licei ad Indirizzo Musicale).

Il Teatro Comunale della cittadina caudina è stato preso d’assalto da una carovana di circa 4mila persone che hanno potuto godere, gratuitamente, dello spettacolo offerto da giovani e giovanissimi musicisti.

Date queste premesse, naturale conseguenza è il clima di attesa che si vive nella comunità sannita per la serata finale, in cui saranno proclamati i vincitori di tutte le categorie e sezioni (solisti, juniores, musica da camera, quattro mani, musica jazz e leggera, istituti ad indirizzo musicale) e soprattutto il vincitore del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, a cui andrà una ambita borsa di studio del valore di 2mila euro, e il primo premio assoluto tra tutte le sezioni, che si aggiudicherà la borsa di studio di 1000 euro.

Appuntamento a stasera, domenica 1 giugno, al Teatro Comunale di Airola (Benevento), ore 18.30 (ingresso libero, fino ad esaurimento posti).

Commenti disabilitati su COM. STAMPA 16 / 01.06.2014 / Città di Airola’’, al Concorso Internazionale dopo Matera in luce i talenti di Potenza

Archiviato in Senza categoria

COM. STAMPA 15 / 01.06.2014 / “Città di Airola’’, al Concorso Internazionale Molise ancora protagonista

Continua a parlare molisano la sesta edizione del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, fondato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota” in collaborazione con Pro Loco di Airola, Inner Wheel Valle Caudina e Fondazione Angelo Affinita Onlus.

Dopo le ovazioni riservate all’orchestra scolastica dell’Istituto Comprensivo “Vincenzo Cuoco” di Petacciato (CB) che, martedì 27 maggio nella sezione “Scuole Medie ad Indirizzo Musicale”, aveva entusiasmato con l’esecuzione di Mambo N° 5 (originale di Perez Prado del 1952, ma reso celebre nel 1999 dalla versione di Lou Bega) e Can’t Take My Eyes off You (scritta nel 1967 da Bob Crewe e Bob Gaudio per Frankie Vallie), è toccato ai solisti del Molise emozionare la giuria e il pubblico presente al Teatro Comunale della cittadina di Airola, nel Sannio beneventano.

I musicisti della sezione “Solisti” si sono esibiti giovedì 29 e venerdì 30 maggio, sottoposti al giudizio di una Commissione di alto profilo, formata dal M°Paolo Lambiase, docente di Chitarra classica al Conservatorio di Benevento, vincitore di premi nazionali ed internazionali; da Nicoletta Sanzin, titolare della cattedra di Arpa al Conservatorio beneventano, semifinalista al più importante concorso arpistico internazionale; dal pianista, compositore e direttore d’orchestra M° Raffaele Desiderio; dal mezzosoprano Chiara Chialli, più volte in scena sui principali palcoscenici della lirica internazionale collaborando con direttori d’orchestra del calibro di Riccardo Muti.

Giovedì 29, tra le arpiste, la prova che ha incantato il numeroso pubblico presente e soprattutto i giurati è stata quella di Tosca Tavaniello di Fossalto (Campobasso) che, eseguendo i brani Chanson de mai e Gitana di Alphonse Hasselmans, ha sbaragliato la concorrenza della categoria B (età massima 14 anni) con un eccellente primo premio e massimo dei voti (100/100).

Venerdì 30 nella categoria B (altri strumenti), con voti 96/100, ha maturato uno straordinario primo premio, con relativo plauso dei giudici, il pianista di Ripamolisani (Campobasso) Giovanni Maria Sollazzo, grazie all’esecuzione del primo e terzo movimento della Sonata Opera 10 n° 1 di Ludwig van Beethoven.

Nella categoria C (la cui soglia massima d’età è fissata a 17 anni) la pianista isernina Virginia Di Rocco, suonando la Sonata kv 332 di Wolfgang Amadeus Mozart, si è guadagnata un lusinghiero secondo posto con il punteggio di 93/100.

Il Concorso di Esecuzione Musicale, che, con l’edizione 2014, ha acquisito lo status di “Internazionale”, ha distribuito, nonostante la crisi e il robusto taglio delle sponsorizzazioni, oltre 8mila euro, tra borse di studio, coppe, medaglie e concerti-premio.

Nel corso dei sette giorni di gara sono giunti ad Airola, nel cuore del Sannio beneventano, circa 700 partecipanti oltre a 40 dall’estero (da Giappone, Bulgaria, Corea del Sud, Spagna, Russia, Turchia, Stati Uniti, Norvegia, Azerbaijan, Ucraina e Cina), che hanno concorso per le sei sezioni in cui si articola la competizione (Solisti, Juniores, Musica da Camera, Quattro mani, Musica Jazz e Musica Leggera, Scuole Medie e Licei ad Indirizzo Musicale).

Il Teatro Comunale della cittadina caudina è stato preso d’assalto da una carovana di circa 4mila persone che hanno potuto godere, gratuitamente, dello spettacolo offerto da giovani e giovanissimi musicisti.

Date queste premesse, naturale conseguenza è il clima di attesa che si vive nella comunità sannita per la serata finale, in cui saranno proclamati i vincitori di tutte le categorie e sezioni (solisti, juniores, musica da camera, quattro mani, musica jazz e leggera, istituti ad indirizzo musicale) e soprattutto il vincitore del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, a cui andrà una ambita borsa di studio del valore di 2mila euro, e il primo premio assoluto tra tutte le sezioni, che si aggiudicherà la borsa di studio di 1000 euro.

Appuntamento a stasera, domenica 1 giugno, al Teatro Comunale di Airola (Benevento), ore 18.30 (ingresso libero, fino ad esaurimento posti).

Commenti disabilitati su COM. STAMPA 15 / 01.06.2014 / “Città di Airola’’, al Concorso Internazionale Molise ancora protagonista

Archiviato in Senza categoria

COM. STAMPA 13 / 31.05.2014 / Concorso Internazionale “Città di Airola’’, l’arpa suona salernitano

Arpiste salernitane sugli scudi nella sezione “Musica da camera” svoltasi giovedì 29 maggio nell’ambito della sesta edizione del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, fondato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota” in collaborazione con Pro Loco di Airola, Inner Wheel Valle Caudina e Fondazione Angelo Affinita Onlus, che si chiude domani, domenica 1 giugno, con la serata finale (inizio ore 18.30, Teatro Comunale di Airola (BN), ingresso libero).

I giovani solisti delle categorie B, C, D, E sono stati sottoposti al giudizio di una Commissione di alto profilo, formata dal M°Paolo Lambiase, docente di Chitarra classica al Conservatorio di Benevento, vincitore di premi nazionali ed internazionali; da Nicoletta Sanzin, titolare della cattedra di Arpa al Conservatorio beneventano, semifinalista al più importante concorso arpistico internazionale; dal pianista, compositore e direttore d’orchestra M° Raffaele Desiderio; dal mezzosoprano Chiara Chialli, più volte in scena sui principali palcoscenici della lirica internazionale collaborando con direttori d’orchestra del calibro di Riccardo Muti.

I sublimi suoni delle arpe hanno emozionato il numeroso pubblico che ha riempito il Comunale airolano e molte sono le soddisfazioni giunte per l’arpismo salernitano dalle esibizioni di giovedì 29.

Nella categoria C, riservata a musicisti di età non superiore ai 17 anni, l’agropolese Elena Vallebona ha conquistato il primo premio, con votazione di 96/100, suonando la Sonata in C Minore di J. Dussek e Petite Suite Classique di Marcel Grandjany.

Sempre giovedì si sono esibiti anche le arpiste provenienti da Licei Musicali. Su tutte, spiccano le performance di Nadia Mainardi da Angri, per l’esecuzione di Rimbabelle di Bernard Andres, e Federica Carbone, da Salerno, che ha suonato Petite Berceuse di Alphonse Hasselmans e Petite Valse Lente di Johannes Snoer, entrambe meritevoli del primo premio con punteggio 96.

Entrambe con il punteggio di 87/100 hanno scalato il terzo premio Chiara Citro da Salerno, nel cui programma figurava il brano The Jester da Marionetts Ballet Suite di Philip Sevasta, e Stefania Magno di Agropoli, che ha eseguito Midnight Stars di Jane Weidensaul e Passing by di Marcel Grandjany.

Il Concorso di Esecuzione Musicale, che, con l’edizione 2014, ha acquisito lo status di “Internazionale”, ha distribuito, nonostante la crisi e il robusto taglio delle sponsorizzazioni, oltre 8mila euro, tra borse di studio, coppe, medaglie e concerti-premio.

Nel corso dei sette giorni di gara sono giunti ad Airola, nel cuore del Sannio beneventano, circa 700 partecipanti oltre a 40 dall’estero (da Giappone, Bulgaria, Corea del Sud, Spagna, Russia, Turchia, Stati Uniti, Norvegia, Azerbaijan, Ucraina e Cina), che hanno concorso per le sei sezioni in cui si articola la competizione (Solisti, Juniores, Musica da Camera, Quattro mani, Musica Jazz e Musica Leggera, Scuole Medie e Licei ad Indirizzo Musicale).

Il Teatro Comunale della cittadina caudina è stato preso d’assalto da una carovana di circa 4mila persone che hanno potuto godere, gratuitamente, dello spettacolo offerto da giovani e giovanissimi musicisti.

Date queste premesse, naturale conseguenza è il clima di attesa che si vive nella comunità sannita per la serata finale, in cui saranno proclamati i vincitori di tutte le categorie e sezioni (solisti, juniores, musica da camera, quattro mani, musica jazz e leggera, istituti ad indirizzo musicale) e soprattutto il vincitore del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, a cui andrà una ambita borsa di studio del valore di 2mila euro, e il primo premio assoluto tra tutte le sezioni, che si aggiudicherà la borsa di studio di 1000 euro.

Appuntamento a domani, domenica 1 giugno, al Teatro Comunale di Airola (Benevento), ore 18.30 (ingresso libero, fino ad esaurimento posti).

Commenti disabilitati su COM. STAMPA 13 / 31.05.2014 / Concorso Internazionale “Città di Airola’’, l’arpa suona salernitano

Archiviato in Senza categoria

COM. STAMPA 12 / 31.05.2014 / Concorso Internazionale “Città di Airola’’, al via oggi il Premio pianistico Moscato

Si è chiusa ieri, venerdì 30 maggio, la sezione “Solisti” del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, fondato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Associazione Culturale Musicale “Mille e una nota” in collaborazione con Pro Loco di Airola, Inner Wheel Valle Caudina e Fondazione Angelo Affinita Onlus, che si chiude domani, domenica 1 giugno, con la serata finale (inizio ore 18.30, Teatro Comunale di Airola (BN), ingresso libero).

I giovani solisti delle categorie B, C, D, E sono stati sottoposti al giudizio di una Commissione di alto profilo, formata dal M°Paolo Lambiase, docente di Chitarra classica al Conservatorio di Benevento, vincitore di premi nazionali ed internazionali; da Nicoletta Sanzin, titolare della cattedra di Arpa al Conservatorio beneventano, semifinalista al più importante concorso arpistico internazionale; dal pianista, compositore e direttore d’orchestra M° Raffaele Desiderio; dal mezzosoprano Chiara Chialli, più volte in scena sui principali palcoscenici della lirica internazionale collaborando con direttori d’orchestra del calibro di Riccardo Muti.

Per la categoria B (età massima 12 anni), sono stati assegnati due primi premi: vincitori sono risultati, con voti 98/100, il pianista norvegese Michail Zaruykin, che ha suonato Romeo and Juliet Before Parting Op. 75 n° 10 di S. Prokofiev, The Seasons, September Op. 37 di Ciajkovskij e Elegie in E-Flat Minor Op. 3 n° 1 di S. V. Rachmaninov, e, con voti 96, il pianista molisano Giovanni Maria Sollazzo, con l’esecuzione del primo e terzo movimento della Sonata Opera 10 n° 1 di Ludwig van Beethoven. Ha maturato un secondo premio (voti 94) la sannita Erminia Catalano al pianoforte. Apprezzate anche le performances pianistiche del nolano Gerardo Ceparano (3° premio con punteggio 88) e dell’avellinese Mario Carbone (4° premio con 80). La Commissione ha attribuito un diploma di merito alle violiniste Giaele Salierno da Ruviano (CE) e Federica Di Lunardo di Faicchio (BN) e alla pianista di Paduli (BN) Flaminia D’Angelis.

L’interpretazione assai sorvegliata della Piccola Suite in Si Minore di A. Long e del brano Enfantines di Milhaud è valsa al duo pianistico nolano-irpino costituito da Elisabetta Furio e Gerardo Ceparano l’unico primo premio, con votazione di 96, della categoria C (la cui soglia massima d’età è fissata a 17 anni). La stessa Elisabetta Furio, stavolta singolarmente, ha conquistato uno dei tre secondi premi (con punteggio 92) assegnati dalla Commissione nella stessa categoria: gli altri due sono appannaggio della violinista beneventana Lorenza Maio (sempre con 92 punti) e la pianista isernina Virginia Di Rocco (con 93). La giuria ha premiato pure il fisarmonicista Fiore Girardi di Pesco Sannita (BN) con un terzo premio (voti 86), e la pianista Sara Di Landa da Falciano del Massico (CE) con diploma di merito. Diploma di partecipazione, infine, per i pianisti Armando Mandato (da Paduli) e Chiara Ricigliano di San Potito Sannitico (CE).

Exploit nella categoria D (riservata a musicisti al massimo ventenni) della flautista russa Kseniia Kompan-Boguslavskaja, accompagnata al piano da Anastasiya Pridvorova, primo premio con 100, grazie all’esecuzione di The Nightingale di A. A. Alyabiev e di Sicilienne et Burlesque di A. Casella. Si è fermato al terzo premio (voto 86) il pianista napoletano Fabio Centofanti.

Per la categoria E (età massima 22 anni) applausi a scena aperta per il clarinettista Giuseppe Santucci da Sassinoro (BN), la cui straordinaria esecuzione di Premiere Rhapsodie di C. Debussy, gli ha garantito primo premio, massimo dei voti e ben due borse di studio (di categoria e speciale attribuita dalla Fondazione Angelo Affinita Onlus in base anche all’indicatore ISEE familiare). Secondo premio, nella stessa categoria, per Suzuka Ichikawa, pianista nipponico, le cui interpretazioni del Nocturne Op. 27 n° 2 di F. Chopin, di L’Isle Joyeuse di C. Debussy e di Preludio e fuga n° 3 di Bach sono state giudicate con un voto di 94.

Ieri, infine, si è chiusa in bellezza anche la sezione riservata alle Scuole Medie e Licei ad Indirizzo Musicale: l’emozionante performance del settetto di chitarre dell’Istituto Magistrale Statale “G. Guacci” di Benevento, in scena con Ballata di Gallucci e El Diario de Cristina di Zapatos, ha fruttato agli studenti musicisti dell’istituto sannita il primo premio con voto 96.

Oggi, sabato 31 maggio, è la volta delle eliminatorie dell’attesissimo Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, che mette in palio una borsa di studio di 2mila euro, per la quale si sfideranno a colpi di note decine di pianisti venuti ad Airola, oltre che da tutta Italia, anche da numerosi Paesi (Giappone, Bulgaria, Corea del Sud, Spagna, Russia, Turchia, Stati Uniti, Norvegia, Azerbaijan, Ucraina e Cina). Intitolata alla memoria del musicista airolano Moscato, la cui famiglia sostiene il Premio, la competizione sarà oggetto del giudizio di una Commissione presieduta dal M° Daniele Petralia, concertista, docente titolare di Pianoforte Principale presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “V. Bellini” di Catania, insignito di diversi primi premi in Festival e Concorsi nazionali e internazionali e collaboratore come solista con prestigiose orchestre (tra cui l’Orchestra Sinfonica di Donetsk, l’Orchestra Filarmonica del Nuovo Mondo di Montreal, la Sydney Symphony Orchestra). Componente della stessa Commissione sarà Yuri Bogdanov, docente di Pianoforte all’Accademia Musicale “Gnessin” di Mosca, concertista e vincitore di diverse competizioni tra Russia, Germania, Austria e Canada, con all’attivo, come solista, collaborazioni con qualificate orchestre, tra cui la famosa Filarmonica di Stato di Mosca, e innumerevoli registrazioni e apparizioni radiotelevisive. A completare il quadro dei commissari del “Moscato” il M° Tina Babuscio, docente di Pianoforte al Conservatorio “N. Sala” di Benevento.

Domani, domenica 1 giugno, il gran finale: in mattinata sarà ufficializzato il vincitore del Premio Moscato; nel pomeriggio, con inizio alle ore 18.30, saranno proclamati i vincitori di tutte le sezioni e categorie, sarà ufficializzato il primo premio assoluto del “Città di Airola” (borsa di studio di 1000 euro) e si esibiranno solisti e formazioni giudicati meritevoli dalle varie Commissioni giudicatrici.

Il “Città di Airola” edizione 2014 avrà un’appendice con la masterclass del M° Daniele Petralia, in programma, a numero chiuso, lunedì 2 giugno e martedì 3 giugno sempre nella cornice del Teatro Comunale di Airola. La masterclass prevede anche un concerto degli iscritti aperto al pubblico per lunedì pomeriggio alle 18.

Commenti disabilitati su COM. STAMPA 12 / 31.05.2014 / Concorso Internazionale “Città di Airola’’, al via oggi il Premio pianistico Moscato

Archiviato in Senza categoria